mercoledì 25 aprile 2012

Tutti pazzi per la siepe di Photinia rossa

Il suo nome esatto è Photinia xfraseri Red Robin ed è uno stupendo arbusto da siepe!

 
Si riconosce facilmente per il colore rosso delle nuove foglie sullo sfondo verde e per la fioritura bianca primaverile che è più consistente se posta in pieno sole.


Negli ultimi dieci anni è stata un pò inflazionata perchè molto richiesta per i giardini e parchi, ma non mi sono stancata di vederla nel mio giardino.
Si tratta di un arbusto sempreverde, ideale per formare siepi formali o miste, in quanto sopporta bene le potature e ha una crescita rapida, pur rimanendo abbastanza compatta e ordinata.
Viene definita una pianta rustica essendo abbastanza resistente al caldo, a periodi brevi di siccità, al freddo e al carico di neve, anche se negli inverni particolarmente gelidi secca nei rami più esposti.
In questo caso se potato, anche drasticamente, dove necessita all'inizio della primavera, si riprenderà con nuove foglie e rami ed entro l'autunno otterrete ottimi risultati.

La mia photinia non ha fortunatamente mai avuto problemi di gelate essendo in posizione riparata ed in pochi anni è diventata un muro compatto e lussureggiante che ci ripara dagli sguardi indiscreti.
Ricordate alla fine dell'inverno di concimare la base della pianta con concime organico (stallatico pellettato o compos) o granulare a lenta cessione.
La potatura di routine invece è da effettuarsi nel mese di giugno-luglio, sicuramente dopo la fioritura e la colorazione accesa del fogliame, e di nuovo ad agosto-settembre, solo se necessita di essere contenuta prima delle nevicate invernali o se si presenta vuota all'interno.
La potatura serve a stimolare la Photinia all’emissione di fogliame rosso, che rende questa pianta particolarmente ornamentale e a far si che anche i rami più spogli cresciuti dentro alla grande siepe possano ricevere la luce necessaria per produrre la nuova vegetazione.
Questo sempreverde ama i terreni fertili e le zone soleggiate, è consigliabile dotarla di regolare irrigazione durante l’estate; l'ideale sarebbe posizionare un tubo goccia a goccia.
Ecco come si presenta in estate quando le foglie sono più verdi
Se si volesse effettuare la talea di Photinia si deve prelevare un pezzo di rametto semilegnoso in estate, in un giorno non eccessivamente caldo, eliminare le foglie, farlo radicare ponendolo in un vasetto con terriccio universale miscelato con abbondante sabbia oppure torba e sabbia, innaffiare regolarmente e posizionare all'ombra fino all'attecchimento.
Le talee dovranno rimanere dentro al vaso per almeno un paio di anni prima di metterle a dimora in piena terra, cambiando vaso man mano che il piccolo arbusto cresce.

Fate attenzione a non ingerire nessuna parte della pianta perchè è tossica per l'uomo e gli animali, (anche se non ho trovato indicato sul web i danni che può arrecare), ma non per gli uccelli.
La Photinia è spesso utilizzata per l'arredo urbano, non venendo danneggiata dalle polveri sottili o dall'inquinamento ambientale.

Ci sono modi alternativi alla siepe di coltivare la Photinia Red Robin, ad esempio ad arbusto in vaso, o arbusto isolato, o davanti ad una siepe di conifere per far risaltare il contrasto cromatico oppure ad alberello, avendo sempre cura di potare i rami che escono dal tronco principale e regolare la chioma per dare una forma equilibrata e tondeggiante.


Secondo me l'utilizzo migliore rimane per le siepi.

Riesce a creare una bella barriera colorata, rinfrescante e di gran risalto, e in più offre rifugio, riparo dal vento e dalla pioggia e ombra agli uccellini che svolazzano nel mio piccolo eden.
Meglio di così....

Siete pazzi anche voi per la Photinia Red Robin?


Se non siete tra i pazzi e volete un'altro tipo di siepe, altrettanto rustica se non di più, sempreverde e a crescita più veloce, consiglio di leggere: Un'alternativa alla photinia oppure, per una fiorutura invernale/primaverile e una bella copertura verde in tutte le stagioni: Viburno thinus un sempreverde che non può mancare

Se invece cercavate una siepe rossa di dimensioni ridotte, provate a leggere: Berberis-e-berberina

P.s. Questo articolo sta risultando uno dei più letti del blog; se vi è sembrato utile, interessante o esaustivo o comunque vi è piaciuto, potete segnalarlo nelle reazioni sottostanti, oppure scrivere un commento.... 
Grazie mille a tutti i lettori anche a quelli arrivati per caso!
.......................................................................................................................................

114 commenti:

  1. Non mi sono mai piaciute più d tanto le siepi, ma leggendo il tuo post e ammirando la tua Photinia mi sono convinta: potrebbe essere la soluzione ideale per definire il confine est del nostro giardino (ora totalmente spoglio e ancora in attesa di una giusta recinzione). Ci regalerebbe uno scenario sempre vario, facendoci sentire più riparati da occhi indiscreti! Quanto può diventare alta? E potrebbe essere, secondo te, un buon fondale per il futuro orto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mette un paio di anni a diventare alta, (dipende anche dalla misura delle piantine che metti a dimora) ma può arrivare anche a 4 metri se la lasci crescere. Considera che va potata almeno una volta all'anno per rinfoltirla ma è un'ottima barriera colorata e elegante e perfetto sfondo per l'orto.
      Tieni conto della sua profondità o spessore perchè ci vuole un pò di spazio... La mia è circa un metro, lo puoi vedere dalla foto, ma forse bastano 80 cm.
      Visto che ci metti un orto davanti è meglio saperlo prima così ti regoli.
      Se in inverno da te fà molto freddo riparala per i primi anni.
      Io te la consiglio sicuramente.

      Elimina
    2. Grazie! Mi sa che quest'inverno studieremo seriamente come rendere vivo il giardino - per ora c'è solo l'aiuola delle aromatiche, qualche sparuto cespuglio di lavanda, un elicrisio e prato, prato, prato!

      Elimina
  2. MOLTO INTERESSANTE!
    CHE DISTANZA BISOGNA LASCIARE TRA LE PIANTINE PER AVERE UNA SIEPE BELLA PIENA?
    GRAZIE
    ALESSANDRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro.
      La distanza dipende anche da quanto sei disposto ad aspettare perchè la siepe cresca fino a diventare una barriera verde...
      Considera che io quando l'ho messa a dimora ho piantato un arbusto ogni 80 cm, se ne metti di più vorrà dire che fra qualche anno dovrai potare più spesso, anche per arieggiarla meglio all'interno, se ne metti meno dovrai attendere almeno un paio di anni perchè diventi piena.
      Credo che la mia misura sia equa.
      La scelta sta a te anche in base all'uso della tua siepe e se vuoi o meno un effetto veloce...
      Se abiti in un luogo in cui gli inverni la temperatura scende molto al di sotto dello zero di consiglio il primo anno di ripararla.
      Ciao, grazie del commento.

      Elimina
  3. buon pomeriggio
    anch'io ho messo a dimora delle photinie per creare una piccola siepe forse a distanza inferiore di 80 cm in alcuni casi e la loro altezza penso sia circa 70/90 cm messa a dimora direi a maggio/giugno
    le piante hanno rami piuttosto lunghi e il fogliame non e' eccessivo e ...non sono sicura abbiano patito un po' questa estate paricolarmante calda (le ho piantate in piemonte ...quindi 40 gradi fino alla scorsa sett e facilmente sotto zero di inverno)
    ho letto i vs suggerimenti di potatura drastica per rinfoltirne la crescita , va bene farlo adesso diciamo a fine sett ? e mi faccio coraggio e ne poto la meta'?
    grazie e saluti
    roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara lettrice.
      Va benissimo farlo in questo periodo, pensa che io e mio marito lo faremo proprio domenica!
      Se la siepe è sana ma ha solo bisogno di essere un pò infoltita non potare così "drasticamente" ma pareggiala ad un'altezza di una ventina-trentina di centrimetri più bassa, tagliando anche i rami che fuoriescono molto più degli altri facendo tagli netti e obliqui. Vedrai che prima dell'inverno ti darà già qualche soddisfazione.
      Spero di esseri stata utile.
      Ciao Roberta, continua a seguirmi, mi fa piacere.

      Elimina
  4. grazie molte sei molto gentile
    roberta

    RispondiElimina
  5. buongiorno ,
    vorrei piantare una siepe di photinia di circa 50 mt di lunghezza , ho solo un dubbio , qual' e' il periodo migliore ( autunno o primavera )?
    abito in provincia di modena , quindi inverno abbastanza rigido ( l' anno scorso meno 10 )
    cosa mi consigliate ???
    grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anonimo,
      per tutti gli arbusti, in particoli quelli da siepe la stagione ideale è l'autunno perchè le piogge aiutano parecchio la radicazione e ti ritrovi a primavera con le piantine già in via di crescita.
      Il problema sono gli inverni rigidi degli ultimi anni.
      Io ad esempio abito nella tua zona perchè sono di Parma e non ho mai avuto problemi di gelate perchè la mia siepe è esposta a sud e protetta da un muro poco distante ma chi abita in zone più isolate ha avuto grossi problemi di gelate anche su piante non giovanissime...
      Se tu avessi una siepe di pochi metri ti direi semplicemente di proteggerla per i primi anni in inverno con gli appositi sacchi di tessuto non tessuto, ma con 50 metri il riparo è un pò complicato e rischi un pò.
      L'eposizione della tua siepe come sarebbe? Hai delle case intorno o confina con una zona aperta? Quello potrebbe essere un problema.
      In tutti i modi anche se la metti a dimora in primavera il problema si presenterebbe l'inverno successivo.
      Nel caso in cui la tua siepe non sia esposta a sud o non sia riparata da muri poco distanti, e non hai voglia o tempo di comprare una cinquantina di sacchetti di protezione, ti consiglio di scegliere un'altra essenza, forse il lauroceraso è più resistente, o il viburno thinus, oppure una bella siepe mista.
      Fammi sapere comunque per cosa decidi.
      Spero di esserti stata utile,ciao, a presto.

      Elimina
  6. grazie Ilaria , sei stata gentilissima .
    la siepe non e' protetta in nessun modo e' esposta ad est , considera questo , due anni fa' ho piantato una siepe di photinia in marzo e non mi ha mai dato problemi , e' rigogliosa e cresce benissimo (e le piante erano veramente piccole ) Pensavo di prendere piante gia' di 80/100 cm di altezza ,metterle a dimora in settembre , non credevo che la photinia avesse problemi con le gelate .
    Bellissimo il tuo blog , complimenti
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Marco!
      Se hai già testato la resistenza della photinia nella tua zona io tenterei allora!
      Male che ti vada, dovrai potarle un pò a fine inverno, per togliere quei rami che eventualmente saranno seccati. Tralaltro se hai intenzione di acquistare piante di una certa dimensione dovresti rischiare meno.
      Poi non è detto che si ripetano inverni gelidi come sono stati gli ultimi...
      L'effetto di una siepe di photinia comunque è molto scenografico, vedrai.
      Mi raccomando un bel pò di concime nella terra della messa a dimora, così per il primo anno sono già belle nutrite.
      Buon lavoro!

      Elimina
  7. ottimo , l' ultima domanda , qual'e' il concime piu' indicato ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stallatico pellettato, lo vendono in sacchi in tutti i garden center.
      Serve anche per tutti gli altri arbusti o per gli alberi da mettere in autunno, fine settembre, ottobre, alla base delle piante, come fosse una pacciamatura (senza esagerare) in modo con le piogge si sciolga e penetri nel terreno arricchendolo di sostanze per la crescita, per la fioritura e per combattere le malattie.
      Indispensabile, credimi!
      Ciao Marco, fammi sapere i risultati del tuo lavoro.

      Elimina
  8. VORREI SAPERNE DI PIù
    INNANZI TUTTO COSA CONVIENE FARE LE TALEE O COMPRARLE DA QUALCHE VIVAISTA ??
    NE HO PIANTATO DUE ANNI FA 10 PIANTINE

    3 SONO SCRESCIUTE PARECCHIO
    2 SONO MORTE QUASI SUBITO
    E IL RESTANTE F A FATICA A CRESCERE
    E SOPRATUTTO LE FOGLIE SONO MACCHIATE DI SCURO COME S EFOSSEREO BRUCIATE

    CREDO CHE SIA UN FUNGO
    COSA DEVO FARE?? O COSA DEVO USARE??
    GRAZIE ANTICIPATAMENTE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo.
      La talea è più conveniente in un primo momento e può essere di soddisfazione farsi da sè le proprie piante, ma i tempi si allungano parecchio e bisogna curare le talee in vaso molto di più di quanto non si debba fare con le piante già in piena terra.
      Se hai già avuto qualche problema comprarle ti dà più garanzia di successo.
      Per quanto riguarda le tue photinie, i problemi possono essere diversi: errata esposizione (se esposte all'ombra sviluppano facilmente malattie fungine e soffrono di gelate invernali), errata irrigazione (troppa acqua o troppo poca), mancanza di concimazione, terreno poco drenante, ecc....
      Mi hai dato poche informazioni per capire che problemi possano aver avuto quelle che sono morte.
      Le macchie scure sulle foglie se sono rotonde è un fungo da trattare con prodotti antifungini da comprare nei garden center e da somministrare leggendo l'etichetta. Ne esistono sia da miscelare e mettere nel terreno, sia da vaporizzare sulle foglie, scegli tu secondo la gravità della situazione.
      Se quasi tutta la foglia è macchiata in modo omogeneo è stata bruciata dal sole e basta potare i rami più rovinati.
      In questo periodo si possono fare diversi trattamenti sulle piante per renderle più forti.
      Puoi appunto potarle per stimolare la crescita di nuovi rami anche all'interno della siepe che solitamente prende poca luce.
      Ti consiglio anche di concimarle con delle belle manciate di stallatico pellettato alla base, così quando pioverà si scioglierà nel terreno aiutando la photinia a crescere meglio e più resistente.
      In primavera, verso marzo-aprile se vuoi essere più tranquilla rispetto alle malattie fungine, come azione preventiva puoi vaporizzare le tue piante con dell'ossicloruro di rame (utilizzato anche in agricoltura biologica) lavando bene sia le foglie che i fusti con la miscela preparata secondo le indicazioni della confezione.
      Questa operazione è da fare sempre verso sera in giornate lontane dalle piogge.
      Spero di esserti stata utile.
      A presto!

      Elimina
    2. la siepe in questione è concimata spesso
      è esposta al sole tutto il giorno
      dalle 6 della mattina alle 6 del pomeriggio
      la siepe e stata innaffiata per tutta l'estate ogni 3 giorni

      quindi crdo di aver fatto il punto
      funchicida per le macchie alle foglie
      per quand origuarda invece la concimazione
      l'ho fatta una volta al mese da questa primavera ad oggi

      per le talee comincierò domenica
      grazie
      ciao max


      Elimina
  9. ciao a tutti!!Innanzi tutto complimenti per il blog!
    Ero intenzionato a piantare la photina nel mio giardino nuovo!!Ma ho un forte dubbio:avendo animali in casa che scorazzano fuori e che mangiano qualsiasi cavolata...non rischio parecchio con questa pianta???
    Grazie mille!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo,
      grazie a te per avermi letto!
      So che la photinia è velenosa per gli animali ma non conosco di preciso i problemi che può dare.
      Se hai animali io cambierei tipo di siepe per evitare che la ingeriscano, anche se nel mio giardino vengono molti gatti e un paio di cani ma nessuno ha mai avuto problemi.
      Ma il rischio c'è.
      Esistono decine di siepi sempreverdi molto belle.
      Vedi tu.
      Ciao e a presto!

      Elimina
  10. grazie infinite Ilaria!
    effettivamente ce ne sono molte,questa non era male per via dei colori che sviluppa nell arco dell anno!alla fine il lauro o il cipresso di leylandii non mi dispiacciono per nulla!
    era solo per piantare la pianta uguale ai vicini ma per salvaguardare i miei pelosi non posso farlo!
    grazie ancora!

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Ma cosa, il nome della pianta (photinia red robin) o il commento sul blog?

      Elimina
  12. Ciao Ilaria,
    finalmente ho trovato un blog sulla photinia. Io ho 2 siepi messe a dimora nel 2008, anche se alcune di esse le ho dovuto spostare nel marzo del 2011 e sono sofferenti ma vive:-). Cmq volevo chiederti delle informazioni per la cura della pianta, principalmente perchè vorrei farla crescere in altezza. Considerato che vivo al centro della Sicilia, quando posso potarla? ho letto che posso farlo adesso che le temperature non sono basse ma neanche alte, anche se qualcuno dice di farlo dopo la fioritura. Tu cosa mi dici? Inoltre quando e con cosa conviene concimarla?
    Grazie mille e complimenti ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao nuovo lettore o lettrice, benvenuta nel mio blog!
      Per far crescere gli arbusti in altezza devi sicuramente potarla, soprattutto i rami che si allungano lateralmente.
      Ora la stagione è perfetta e in Sicilia credo potrai farlo fino a fine novembre, ma tieni conto che se lo fai ora probabilmente per un mesetto continua a lavorare prima di andare in riposo vegetativo per cui in primavera sarà già più avanti nella crescita.
      La concimazione autunnale è essenziale, le piogge aiuteranno a far penetrare l'elemento nutritivo nel terreno e piano piano la pianta l'assorbirà per diversi mesi.
      Se trovi la cornunghia sarebbe perfetto(mix di corna, ossa e unghia di animali) altrimenti semplice stallatico pellettato a grosse manciate sotto le photinie.
      Spero di essere stata utile.

      Elimina
  13. Grazie, sei stata senz'altro utilissima. Ti farò sapere i risultati. Nel mentre continuerò il tuo blog perché lo trovo molto bello e interessante... A presto, Pietro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Pietro.
      Ho dimenticato di segnalarti il post: consigli per la potatura delle siepi, pubblicato in settembre, su cui puoi approfondire l'argomento per essere sicuro della giusta tecnica.
      Ciao, a presto!

      Elimina
    2. Ciao Ilaria,
      Scusa per il salto da argomento ad argomento, ma come ti dicevo per i phyracanta mi hai trasmesso la voglia di curare il giardino:-).
      Approfitto della tua disponibilità per farti altre 2 domande sulla photinia:
      - considerato che le mie siepi sono una alta più o meno 180 cm e una più o meno 1 metro, a quale altezza devi lasciarle (post potatura)?
      - facendo la potatura adesso, devo rifarla pure alla fine dell'inverno?
      Ancora mille grazie x le tue tempestive e preziose risposte.
      Pietro
      P.s: scusa l'anonimato ma non so come fare per far spuntare il mio nickname

      Elimina
  14. Risposte
    1. Scusa del ritardo Pietro!
      Ieri tornata dal lavoro ti avevo scritto una lunga risposta articolata, ma alla fine mi è saltata la connessione e mi sono così incavolata che non ci ho più voluto pensare fino a oggi!
      Dunque, per quanto riguarda le altezze diverse, sono comunque da potare entrambe.
      Piano piano la più bassa raggiungerà l'altra, ma ci vorranno diversi mesi, se non un annetto...
      Devi pazientare. Tieni conto che la potatura dà una notevole spinta verso l'alto.
      Come riferimento per il taglio scendi fino a dove l'arbusto si presenta bello pieno e tutti i rami che fuoriescono dalla struttura rettangolare.
      Hai letto i consigli di potatura del mio post? Sono davvero utili.
      La mia photnia è alta circa tre metri ma ha 10 anni.
      La potatura dopo quella autunnale la ripeterei a giugno-luglio per potersi godere il colore fiammante delle nuove foglie primaverili.
      Sei soddisfatto?
      Se vuoi altri chiarimenti scrivimi sulla mail così possiamo parlare di più.
      Ciao caro impaziente Pietro!

      Elimina
  15. Si sono soddisfatto, come lo sono di tutti i tuoi post. Piano piano li sto leggendo tutti :-). Sono stato impaziente perché mi sono organizzato x fare la potatura domani;-). Ti ringrazio ancora... Pietro

    RispondiElimina
  16. Complimenti per il blog, è veramente interessante ed utilissimo per me che mi appresto a piantere la Photinia e non so praticamente nulla, a tal proposito approfitterei della tua esperienza e preparazione per porti delle domande.
    Premesso che vivo in Calabria a circa 800 mt ed ho appena acquistato 80 piante alte 1-1.20.
    1) Il terreno è stato prelevato da un orto abbandonato, quindi posso concimarlo adesso e se si utilizzo lo stallattico pellettato ed in che quantità?
    2) Noto che i rami prendono diverse direzioni, quando li pianto li lascio libero o faccio qualcosa?
    3) Se è necessario metterle a dimora con che cosa lo faccio ed a partire da quando?
    Avrei tante domande da porti per me che sono un neofita, ma non vorrei approfittarne oltre.
    Grazie e complimenti ancora
    Antonio

    RispondiElimina
  17. Ciao Ilaria,
    come ti dicevo sabato ho piantato la photinia seguendo alla lettera i tuoi suggerimenti.
    Non so se sia normale ma lunedì ho notato che su alcune piante le foglie erano secche (prima di piantarle non lo erano) sopratutto quelle con foglie nuove rosse.
    Spero di non aver sbagliato niente.
    Grazie
    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente spero che le tue photinie stiano bene!
      Io ti ho dato i consigli che ho seguito per coltivare le mie.
      Le hai innaffiate per bene se da te non è piovuto?
      Il trapianto comunque per ogni pianta è uno stress, può darsi si debba un pò adattare, le foglie nuove sono le più deboli, può essere normale.
      Incrocio le dita per te.
      Poi fammi sapere.
      Ciao Antonio.

      Elimina
  18. Ciao Ilaria una amica mi ha consigliato di potare le piante della mia terrazza in novembre quindi adesso, faccio bene o è meglio che lo faccia in primavera ? abito a bologna e la terrazza si trova al decimo piano le piante sono photigna-alloro-oleandro-nandina inoltre ho anche un ficus benjamin alto quasi 2 metri che ricovero nel pianerottolo con finestra nei mesi più freddi riesci a darmi qualche consiglio riguardo le potature ? ti ringrazio e saluto Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La regola della potatura autunnale è più indicata per gli arbusti da siepe in piena terra, io personalmente aspetterei la primavera per diversi motivi:
      Le piante in vaso sono più sensibili di quelle in piena terra, più hanno foglie e rami più riescono a proteggersi dal freddo. Su un balcone così in alto poi rischiano molto di più...
      In primavera bisgnerà comunque effettuare una cimatura dei rami danneggiati dal gelo e meno riparati, buona occassione per fare un taglio di potatura come si deve.
      Dovrai comunque ripararle, possibilmente con tessuto non tessuto, ideale proprio per i vasi ed in merito ti suggerisco di guardare il recente post: Serre, tnt e altri rimedi per proteggere le piante dal freddo.
      Spero di esserti stata utile.
      Ciao Maurizio.

      Elimina
  19. Sera a tutti la mia photinia had delle foglie mangiucchia cose un insetto? Se si che devoo fare grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premetto che sono per il giardinaggio ecosostenibile quindi utilizzo prodotti chimici solo se strettamente necessario.
      Non potendo vedere le foglie della tua photinia posso solo ipotizzare quale può essere la causa: il famigerato oziorrinco oppure qualche larva di farfalla notturna.
      Controlla bene il tipo di danno o cerca ad occhio nudo il parassita magari informandoti su internet, poi recati presso un consorzio agrario o un garden center ben fornito (meglio se con un esemplare di foglia) e richiedi un prodotto specifico per il tipo di parassita.
      Ciao anonimo.

      Elimina
  20. Grazie postero qualche foto notte

    RispondiElimina
  21. Cara Ilaria buondì. Hanno appena piantato una siepe photinia nel giardino del mio condominio, anche in prossimità di una colonia felina da me gestita e che esiste sotto ad una terrazza, con tanto di casette e ciotoline per il cibo per i miciotti. E' pericoloso tutto ciò??? perchè da quello che ho capito nel blog trattasi di una pianta dannosa sia per gli animali che per gli umani.
    Fammi sapere per cortesia... Sono già in ansia.
    Grazie mille e felice giornata.
    Giovanna corradin - Bologna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna.
      Che bella la colonia felina!!! Anch'io adoro i gatti, hai letto i miei post in merito? (Amore a prima vista - Penny la gatta - La pupa e il micione - Storia di Bob gatto di strada.., ecc,)
      La photinia è una siepe bellissima, ma ho letto su diversi siti di giardinaggio che è tossica, anche se non sono mai riuscita a trovare gli effetti specifici sui gatti, se per caso ne ingeriscono una foglia.
      Dovresti provare a sentire qualche vivaio ben fornito, come quello di Carlo Pagani (Flora2000) della tua zona. Secondo me sanno risponderti.
      Per tranquillizzarti però ti posso dire che nel mio giardino di gatti ne passano parecchi, tra cui quello di mia mamma, di mia cugina e della vicina, oltre a tutti quelli del quartiere, ma non ho mai visto un gatto star male causa la mia siepe.
      Spero non succeda mai...
      Se hai qualche notizia precisa di chiedo la cortesia di comunicarmelo così aggiorno questo post cliccatissimo.
      Grazie Giovanna, a presto!

      Elimina
  22. complimenti per il tuo blogg!!
    molto interessante...ti volevo fare una domanda...
    questa pianta di quanta luce ha bisogno???io vorrei piantarla lungo la cancellata,però in mezzo al giardino c'è un grosso pino e un acero e quindi la siepe rimarrebbe un po' ombreggiata,va bene lo stesso???
    se non va bene mi potresti consigliare una pianta da siepe che posso mettere??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La photinia, come la maggior parte delle siepi, ha bisogno di più sole possibile, perchè incide sulla salute delle piante, ma bastano almeno 4-5 ore di sole al giorno.
      Se l'ombra è totale le siepi da sole si ammalano di funghi e parassiti, crescono stentatea, non fioriscono, non danno il meglio di sè e tu sprechi soldi e tempo.
      Se la tua ombra è totale ti consiglio di optare per una rampicante, come edera o hidrangea, oppure arbusti di aucuba japonica o del meraviglioso rododendro che esige però terreno acido e parecchia profondità, ma che risultato!
      Forse anche il cipresso Leylandi sopporta l'ombra ma a me non piace.
      Comunque se ti rechi in un vivaio ben fornito ci sarà qualcuno di ferrato più di me che ti consiglierà al meglio.
      Grazie dell'attenzione e a presto!

      Elimina
  23. Ciao Ilaria e grazie per il bellissimo blog
    Ti scrivo perchè ad ottobre ho fatto posare circa 50 piante di photinia come siepe. L'altezza delle piante è di circa 160 cm e sono state posizionate a 50 cm di distanza l'una dall'altra. Ad oggi le piante non hanno subito danni ma vorrei cercare di ottene una crescita il più veloce possibile compatibilmente con la salute della pianta. Sul blog ho notato che si è parlato di concimazione come attività indispensabile. Non ho però ben capito il periodo corretto. Nel primo articolo ho visto che si suggerisce la concimazione a fine dell'inverno mentre in un altro post ho notato che si consiglia di concimare in autunno. Mi potresti chiarire questo dubbio? Inoltre il concime corretto da usare è lo stallatico in pellet?
    Scusa se tornò su un tema già trattato ma non vorrei commettere errori
    Ti ringrazio fin da ora per la disponibilità
    Complimenti ancora
    Roberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberto.
      Innanzitutto ti ringrazio di avermi letta, e mi scuso nel ritardo della risposta.
      Riguardo a ciò di cui mi chiedi chiarimenti, la crescita degli arbusti in generale è sicuramente agevolata dalla concimazione e i due tipi di concimi che ho citato (stallatico pellettato organico e altro concime a lenta cessione ma chimico) hanno due funzioni diverse, ma entrambi indispensabili per un risultato eccellente, come vorresti tu.
      Ti consiglio di leggere l'art molto utile che trovi al seguente indirizzo per chiarirti le idee: http://www.albanesi.it/Ambiente/Orto/orto_concimazione.htm
      La tua photinia comunque, essendo stata messa a dimora molto fitta, non avrà sicuramente problemi a diventare una barriera verde in tempi brevi, ma piuttosto avrai problemi di potature frequenti fra qualche anno.
      Fammi sapere se ti sono state utile...;-)

      Elimina
    2. Ciao Ilaria
      Grazie mille. articolo utilissimo.
      consigli quindi di utilizzare entrambe i concimi?
      quali sono i periodi migliori?
      scusa l'insistenza ma oggi come oggi non è facile trovare persone che parlano in base ad esperienza e passione.
      Grazie in anticipo

      Roberto

      Elimina
    3. Solitamente è meglio usare lo stallatico pellettato in autunno, io lo metto a novembre e comunque prima delle gelate, altrimenti le sostanze non penetrerebbero nel terreno con le piogge.
      Si fa una buona pacciamatura alla base degli arbusti, io ne metto circa 2-3 belle manciate per pianta, magari smuovendo un pochino il terreno se è molto compatto con un rastrello.
      Per quello a lenta cessione in granuli invece devi provvedere in primavera, quando tutto inizia a risvegliarsi, tipo marzo, inizio aprile.
      Se lo trovi scegli quello giusto per sempreverdi.
      Per le quantità segui sempre le istruzioni sulle confezioni perchè ogni marchio ha dosaggi diversi.
      In quel caso dovrai irrigare dopo a meno che non siano previste piogge in giornata.
      Buon lavoro e alla prossima!
      Ciao Roberto, se ti va guarda anche gli articoli sui miei amici uccellini che potrebbero fare i nidi nella tua siepe...;-)

      Elimina
  24. Grazie mille Ilaria
    Preziosa
    Roberto

    RispondiElimina
  25. Ciao Ilaria,
    anche io ti faccio i miei complimenti per il tuo blogg.
    Volevo chiederti se posso piantare la photinia red in vasi sul balcone per creare un po' di privacy. Il mio appartamento è esposto completamente al sole dalla mattina alla sera dove d'estate raggiungiamo anche i 35° e d'inverno spesso nevicate (zona Teramo).
    Posso usare questa pianta per creare una siepe da balcone? se si mi potresti dare indicazioni su come mantenerle (...stò cercando il pollice verde in me!)? Inoltre è una pianta che sporca?...se si molto?
    Se la pianta non dovesse essere la più adatta da balcone mi daresti consigli su quale prendere per poter creare sempre una sorta di "siepe".
    Grazie infinite e perdonami del bombardamento delle domande! :-). Alessia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia, mi fa molto piacere che il mio blog ti piaccia!
      La photinia può andare bene per il tuo scopo (anche come esposizione) e va coltivata e curata come da indicazioni di questo post, esattamente come quelle coltivate in piena terra, facendo solo più attenzione all'irrigazione, che dovrà essere più frequente, possibilmente con un tubo goccia a goccia fatto girare sui vasi capienti.
      Per ottenere un bell'effetto coprente ti consiglio di concimarle sia al momento della piantumazione che ogni autunno con compos o stallatico pellettato e di potarle a metà estate.
      Non sporca, anche grazie al fatto di essere sempreverde.
      Visto che comunque per la messa a dimora dovrai aspettare la primavera, se vuoi una valida alternativa ti consiglio di seguire il mio prossimo post, che parlerà proprio di un altro arbusto sempreverde da siepe che produce fiori e bacche, molto resistente, forse più della photinia, che potrebbe piacerti anche di più e non è così inflazionato!
      Si chiama viburno thinus.
      Spero di esserti stata utile e che continui a seguirmi.
      A presto!

      Elimina
    2. Grazie infinite per la pronta risposta....aspettando il prossimo post! Buona domenica. Alessia

      Elimina
  26. ciao ilaria abito nel lazio in provincia di viterbo volevo sapere in che modo di fa volumizare la pianta xke mi cresce in altezza e sotto rimane vuota lo piantate a fine settembre però lo prese gia alte un metro e mezzo però anno cotinuato a crescere ma in altezza soltanto e poi anno le foglie che sono come se fossero state bucate cosa posso avere cmq bel blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per avere uno sviluppo più equilibrato e farla riempire al centro devi assolutamente potarla. Attendi almeno un paio di settimane, che non ci sia troppo freddo e poi intervieni seguendo le istruzioni di potatura del mio post di settembre: Consigli di potatura delle siepi.
      Concimala in primavera con stallatico pellettato alla base e vedrai che da qui alla fine dell'estate sarà molto più folta. Eventualmente intervieni ancora in estate.
      Per quanto riguarda i buchi nelle foglie possono essere diversi parassiti.
      Se il danno è molto evidente ti consiglio di portare una foglia danneggiata al consorzio agrario più vicino a te e farti consigliare qualche prodotto specifico, ma non esagerare con la chimica, perchè uccidi anche gli insetti utili!
      Se invece le foglie sono mangiucchiate ai bordi, controllo se può essere l'oziorrinco leggendo il post: viburno thinus... di febbraio 2013.
      Ciao Manuel, spero di esserti stata d'aiuto.

      Elimina
  27. Salve, complimenti per il blog!!
    Ho letto il tuo articolo sulla Photinia rossa...e mi ha incuriosito molto...
    Vivo in sicilia a 15 km dal mare e vorrei piantare delle siepi sul mio terrazzo...
    Vorrei farti delle domande:
    1) La Photinia rossa potrebbe crescere nelle mie zone?
    2) Potrei piantarla in questo periodo?
    3) La pianto in vasi da 1 metro o da 80 cm?
    4) Ci sono altre siepi da vaso che sono adatte per la mia zona? (sono interessato a siepi a crescita rapida)...

    GRAZIEEEE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti.
      La photinia è una bella pianta ma non conosco la sua reazione alla salsedine, se nella tua zona ce n'è e presumo di si.
      Il clima siciliano va sicuramente bene perchè ama il sole più che l'ombra purchè venga annaffiata con regolarità nei periodi caldi.
      Il momento della messa a dimora può avvenire per tutta la primavera e per tutto l'autunno, quindi fra un paio di settimane sarebbe perfetto.
      Più il vaso è grande, meglio è.
      Se vuoi alternative leggi il mio recente post sull'altra sempreverde del mio giardino: il viburno thinus oppure consulta un vivaio della tua zona che sarà più ferrato di me su cosa va bene per quel clima, tanto diverso da quello della pianura padana!
      Ciao anonimo, spero che tu continui a seguirmi.

      Elimina
  28. Ho un siepe di potinia rossa da diversi anni. Da circa due anni alcune piante non vicine tra loro si seccano e muoiono nell'arco di periodi diversi, mentre le vicine continuano ad essere belle e sane. Ho già usato il verderame sia in autunno che in questo inizio di primavera, ma ho l'impressione che un'altra pianta sia stata colpita dallo stesso fenomeno. Tieni conto che concimo (granuli) ed irrigo regolarmente! Quale può essere la causa di questo fenomeno? Forse un fungo nelle radici? Che rimedio posso adottare ? Ti ringrazio in anticipo della risposta. Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorenzo,
      Potrebbe esserese marciume radicale se il terreno non drena bene, oppure un cancro delle piante e in tal caso ci sono poche speranze.
      Hai controllato i rami se sono lisci o presentano delle malformazioni strane?
      Ti conviene chiamare qualche ditta esperta di giardinaggio per una consulenza perchè senza seguire la cosa e vedere le piante mi riesce difficile dirti cosa sta succedendo.
      Mi spiace per la tua siepe, spero di esserti stata un minimo utile.
      Buona serata.

      Elimina
  29. Ciao Ilaria, che bel nome (lo stesso di mia Moglie)
    anche io non manco a farti i complimenti per il bellissimo e utilissimo blog
    e anche io ti vorrei fare qualche domanda sulla Photinia di circa 25 metri lineari in provincia di Modena; stò aspettando un po'
    di sole per preparare il terreno che ospiterà una nuova siepe e ti volevo chiedere:

    1. profondita dello scavo?
    2. la terra deve essere particolare? (sabbia, torba, solo terra, ecc... )
    3. la distanza tra le piante?
    4. la distanza dal muretto di confine?
    5. consigli una pianta alta 60-80 cm o qualcosa tipo 150-160 cm?
    6. a quando la prima potatura?
    7. la potatura deve essere "drastica" cioè a metà pianta? per costringere la ramificazione bassa?
    8. che frequenza di irrigazione consigli?
    9. che tipo di irrigazione? ( a mano o gestita in automatico con tubo gocciolante )

    quante domande e quanti dubbi avrò ancora ... cercherò di fare tutto da solo per risparmiare il più possibile

    grazie

    buona serata e buona Pasqua

    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco (coincidenza è il nome di mio marito!!!!) sono contenta che ti piaccia il mio blog!
      Molte risposte le ho già date nei commenti precedenti, ma visto che mi sei simpatico (;-)) ti rispondo anche da qui:
      1. La profondità dello scavo è rapportata all'altezza del "pane" di terra del vaso con cui arrivano dal vivaio, ti consiglio di fare delle buche di circa 20 cm in più di diametro e idem di profondità per far attecchire bene le radici nella terra buona.
      2. La terra buona appunto. Terriccio universale di qualità miscelato ad una buona dose di stallatico pellettato, almeno 2 buone manciate per buca.
      3. la distanza dipende dalla velocità con cui vuoi che creino una barriera, ma in linea di massima consiglio circa 80 cm. per non farle soffrire della troppa vicinanza quando saranno cresciute.
      4. Dai 70 cm. a un metro, dipende se dall'altro lato del confine c'è un vicino oppure non disturbi nessuno nel momento in cui i rami crescono molto.
      Noi da un lato abbiamo il giardino e dall'altro il vialetto pedonale per cui anche se sborda un pò e non abbiamo tempo di potare subito non è un grosso problema.
      Lo spessore della siepe dopo qualche anno diventa importante, come avrai notato dalla foto per cui tieni conto di questo.
      5. Come dicevo prima dipende se devi creare velocemente una barriera in altezza o meno. Io quando le ho comprate erano quelle di 80 cm. e dopo un anno erano già raddoppiate.
      6. La prima potatura la farei verso giugno-luglio per non rovinare le foglie rosse primaverili che sono la sua caratteristica più bella. Se vuoi indicazioni precise di potatura consiglio il post: Consigli per la potatura delle siepi del settembre 2012.
      7. Dipende dal suo portamento, ti rimando sempre al post indicato prima, in linea generale taglia in altezza i rami più esili, sicuramente meno della metà, e quelli che fuoriescono dai lati. Vedrai che capirai facilmente cosa fare.
      L'importante è che ricevano sufficiente luce all'interno per crescere compatta e piena, oltre che in altezza.
      8 e 9. Consiglio senza ombra di dubbio l'irrigazione goccia a goccia da iniziare quando cesserà il periodo piovoso, un paio di volte la settimana fino ai 30 gradi e 3 volte quando farà più caldo, sempre se non è in ombra (e spero di no) perchè allora chiede meno acqua.
      Spero di averti aiutato e che continui a seguirmi.
      Buona Pasqua anche a te e alla tua Ilaria!

      Elimina
    2. ciao Ilaria,
      ci siamo sentiti alcuni mesi fà dove mi avevi dato tantissime istruzioni e consigli per piantare la mia siepe di photinia; ora le piante sono alte circa 1,2 metri e ti volevo chiedere come devo procedere per quanto riguarda la concimazione ( quale tipo di concime utilizzare e quando ) e quando e come procedere alla potatura per cercare di infoltirla il più possibile nella parte bassa.
      grazie
      buona serata
      Francesco

      Elimina
  30. Ciao Ilaria,
    ho scoperto il tuo blog stamattina: peccato che ho messo in terra le mie photinie proprio ieri, trascurando qualche dettaglio...
    Sono Tonino e scrivo dall'alta Valtellina (la sezione del blog "mi presento" non è attiva...)
    Volevo solo chiederti se è il caso di spuntare le cime delle piante.
    Grazie e complimenti per il blog ... che ho già aggiunto ai preferiti!
    Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tonino, grazie dei complimenti e di avermi aggiunto ai preferiti!
      Si, meglio se spunti appena le tue photinie tagliando i rami più deboli o secchi o che escono molto dalla sagoma, ma non esagerare.
      Se quello che hai trascurato è il concime lo puoi mettere anche alla base della pianta e con le future piogge si scioglierà.
      Spero che tu legga anche gli altri post (ti ci vorrà un pò di tempo), credo ne troverai altri interessanti se ami il giardinaggio..;-)
      A presto nuovo amico!

      Elimina
  31. Ciao Ilaria,
    è da un pò che non scrivo, ma continuo sempre a leggere i tuoi utilissimi consigli. A tal proposito volevo dirti che seguendo i tuoi consigli (potatura a metà ottobre e concimazione con concime pellettato) le mie photinie stanno crescendo benissimo :-).-).-)
    Ora volevo chiederti se e quanto ripetere la concimazione (leggevo di usare il granulare) e se devo fare la potatura a giugno o attendo nuovamente ottobre?
    Grazie mille
    Pietro, l'impaziente ,-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pietro, mi ricordo bene di te e mi fa molto piacere sapere che la tua siepe sia in forma!
      Puoi fare una concimazione primaverile che l'aiuterà ad essere più forte anche nei riguardi delle malattie e dei parassiti, con granulare a lenta cessione o ancora con stallatico, che va sempre bene.
      Sto preparando un post sulla concimazione, visto che è un passaggio sempre poco chiaro per tutti, avrai lì maggiori delucidazioni in merito.
      Per la potatura estiva devi decidere tu, perchè dipende dai ritmi di crescita, dall'altezza che vuoi raggiungere, se la devi infoltire internamente, ecc.
      La mia che ha già 10 anni la potiamo sempre in estate, anche per contenerla un pò.
      Continua a leggermi se non ti sei ancora stancato e a presto, con aggiornamenti sui tuoi risultati!
      P.s. Ma coltivi anche arbusti fioriti e alberi?

      Elimina
  32. Si Ilaria, ho anche degli alberi da frutta, dei phyracanta e degli oleandri; come mai me lo chiedi? anzi dovrei chiederti delle info pure su questi. Stancarmi di leggere il tuo blog? Io ormai consulto e mi fido solo di te.-). Cmq io vorrei fare crescere ancora in altezza la photinia, quindi il tuo consiglio e di portarla sia a giugno che ad ottobre? Permettimi di dirti che SEI LA NUMERO 1.
    Pietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti chiedo che piante hai in giardino così riesco a configurarmi meglio tutto l'insieme, e poi sono una donna ... e quindi curiosa per natura!
      Mi fa molto piacere che ti fidi di me, ma sono umana anch'io e spesso sbaglio prima di capire come agire per il meglio delle mie piante, quindi non prendere tutto come oro colato, ma consulta pure altri siti..(ma non troppo però..;-)!!!)
      La potatura se fatta nel modo giusto e nei tempi giusti può solo giovare, quindi se hai tempo e voglia fagli un'altra potatura a giugno-luglio, così lavorerà di più in altezza e compattezza. Per quella di ottobre facciamo in tempo a risentirci, ok, Pietro l'impiaziente???

      Elimina
  33. Si, ti ho chiesto come mai volessi sapere che piante ho perché ho visto che ci hai azzeccato a primo colpo.-) sicuramente ci risentiremo prima di ottobre, ma x questo argomento credo di avere capito che è meglio potarla sia a giugno che a ottobre, x lo meno finché non raggiungerà l'altezza desiderata. Ho visto anche negli altri post che sei molto preparata, poi l'imprevisto può succedere a tutti .-)
    Stammi bene, Pietro

    RispondiElimina
  34. kaki io ho piantato ora in vasi la mia photinia e volevo sapere come devo fare per infoltirla sotto grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi sicuramente potarla per rinfoltirla.
      Per sapere come leggi il post sulla potatura o le risposte ai commenti precedenti.
      Ciao.

      Elimina
  35. Ciao ilaria. La mia photinia ha due anni ed è bella e rigogliosa. Da qualche giorno però sono iniziati a comparire su alcune foglie dei buchi circolari quasi perfetti e quindi, penso io, poco compatibili con la voracità di qualche insetto.
    Devo anche però far presente che ho visto alcuni insetti che non avevo mai visto prima. Sono neri con le ali rosse maculate di puntini neri......ovviamente non sono coccinelle....ahah.
    Grazie mille per i consigli e complimenti per il blog!!! Fantastico!!

    Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono esperta di tutti gli insetti, ma sicuramente sono quelli che hai visto che ti mangiano le foglie.
      Il divoratore di foglie che conosco bene è l'oziorrinco di cui ho parlato citando anche i rimedi nel post: Viburno thinus...
      Se non è quello, prova a cercare la foto su internet per capire come combatterli, ma mi raccomando cerca di usare prodotti non tossici per evitare di uccidere anche le coccinelle!
      Ciao Alex, mi spiace ma non so come aiutarti in altro modo!
      Continua a seguirmi se ti va...

      Elimina
  36. Salve Ilaria, io ho due photinie e le ho messe in vaso.Devo dire che una delle due è partcolarmente ingiallita e in cima ai rami ha poche foglie.Le ho concimate entrambe con la cornunghia.Forse soffrono perchè sono in vaso?Salutoni! E grazie per i tuoi utili consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gioia.
      Se il vaso è troppo piccolo per la pianta sicuramente la photinia non sta bene...
      Può essere necessario un concime liquido per piante verdi da miscelare nell'acqua delle innaffiature.
      Hanno un buon drenaggio? Con tutta la pioggia che è venuta non vorrei che si ammalassero di marciume.
      Puoi anche provare a potare i rami più stentati per vedere se ne produce di nuovi.
      Queste sono le cose che farei io; spero di esserti stata utile.
      Il giardinaggio in vaso purtroppo è molto più difficile che quello in piena terra.
      Anch'io ho tanti scheletri nell'armadio....
      Spero tu risolva il problema, magari fammi sapere come va.
      Ciao e a presto.

      Elimina
  37. Ciao Ilaria, complimenti per il tuo blog, è utilissimo! Io mi appresto a piantare una piccola siepe di 6 metri disposta da est a ovest, e sono ancora indeciso su cosa piantare. Avevo deciso di fare una siepe mista con Pittosporum Tobira e Viburnum Tinus, ma il vivaista me li ha sconsigliati entrambi in quanto la siepe è esposta completamente ai venti gelidi che vengono di solito da nord-est (io abito in provincia di Vicenza, nel basso vicentino).

    Dopo una breve ricerca su Internet ho optato per Photinia Red Robin e Eleagnus Ebbingei (dopo aver letto il tuo post). Mi dispiace moltissimo per il Viburno, mi piace un sacco! :-(

    Pensavo di piantare le 6 piante (3+3) a 120 cm una dall'altra, secondo te è troppo? Avendo 6 metri a disposizione (dal centro pianta al centro pianta) l'alternativa è piantare 7 piante (4+3) a 100 cm una dall'altra. Tu cosa faresti al posto mio, considerando che vorrei una siepe alta 250-300 cm che funga da frangivento e che nasconda la bruttura che c'è 50 metri dietro?

    Grazie mille, ciao! Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa del ritardo della risposta Marco, ultimamente ho sempre meno tempo...
      Se dalle tue parti ci sono venti gelidi la photinia potrebbe avere problemi; miei amici che ce l'hanno in campagna in inverno devono ripararla perchè per due inverni di seguito sono gelati parti dei rami causa appunto il vento gelato.
      La pianta difficilmente muore perchè in primavera si pota e poi si riprende, ma ovviamente fa molta più fatica a creare una barriera piena e alta, come la vorresti tu.
      L'eleagnus è sicuramente più resistente, ma io proverei anche il viburno thinus, anche se la mia esperienza diretta è di un posizionamento fortunato, a sud e riparati dai venti, quindi in inverno non ho mai avuto problemi.
      Io metterei le piante ad una distanza di massimo un metro tra loro, soprattutto se vuoi volecemente coprire lo sfondo.
      Dopodichè armati di un po' di pazienza e vedrai che otterrai buoni risultati.
      Ciao Marco, spero che continuerai a seguirmi.

      Elimina
  38. Ciao Ilaria, nessun problema, ci mancherebbe (anch'io ho lo stesso problema). Ti ringrazio molto per la risposta. Riguardo il Viburno Thinus non so cosa dire, oggi pomeriggio dopo il lavoro sono passato di nuovo per il vivaio e ho scambiato due parole con il proprietario (che abita a 200 metri da casa mia!); lui il viburno thinus ce l'ha, ma me lo sconsiglia perchè dice che è troppo esposto al vento freddo.

    Purtroppo non ha Eleagnus Ebbingei (ha altre varietà di Eleagnus). Visto che la photinia non è così resistente ai venti freddi (praticamente la siepe è in mezzo ad un campo, vicino ha delle piante da frutto), abbiamo discusso di alcune alternative: ligustro (ligustrum?) e taxus baccata. Sono due cose completamente diverse ma entrambe non hanno problemi, secondo lui. Sono confuso! Ti ringrazio nuovamente per i consigli. Un po' alla volta sto leggendo gli altri tuoi post, molto interessanti e con belle foto, brava! Ciao Ilaria, puoi essere certa che il tuo blog resterà tra i Preferiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora fai bene a fidarti del vivaista, che conosce le problematiche di zona meglio di me.
      Il ligustro a me dice poco, se dovessi scegliere preferirei il taxus.
      L'agrifoglio (magari variegato) l'hai valutato?
      Non credo soffra il freddo....e poi fa anch'esso le bacche; altrimenti il solito stravisto ma resistente lauroceraso. E la piracanta? Io la trovo bellissima!
      Non vorrei confonderti troppo, ma alternative ce ne sono tante.
      Fà un pò di ricerca e al limite acquista in un vivaio ben fornito magari un pò più lontano da casa, se non sei convinto delle scelte che trovi vicino a te.
      Un saluto, e grazie delle belle parole.
      A presto!!!

      Elimina
    2. Grazie, seguirò i tuoi consigli, pensandoci ancora un po' su (ho tempo fino all'autunno). A presto!

      Elimina
  39. Ciao,mi sono appassionato a leggere i post.Questa mattina ho piantato 40 photinie ad una distanza di 80 cm l una dall altra...ho letto che risulta soffrire partcolarmente il freddo..io sono di trento e gli inverni non sono proprio miti, le puante sono abbastanza esposte...dici che riusciro' ad avere una bella siepe compatta???grazie e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per esserti appassionato al mio blog!
      La photnia in realtà non è particolarmente delicata, anzi è rustica, ma gli ultimi inverni hanno messo a dura prova anche piante che non hanno mai avuto problemi per decenni.
      Conta molto anche l'esposizione perchè se è a nord può avere più problemi di gelate.
      Se dovesse fare un periodo di freddo intenso, dovrai o proteggere le piante più esposte, oppure potare i rami più danneggiati in primavera.
      Come ho detto anche in altri commenti la pianta non muore, ma potrebbe non avere una crescita veloce come vorresti.
      Sicuramente comunque arriverà ad essere la siepe compatta che desideri.
      Ciao Tom, spero di rileggerti su altri post.

      Elimina
  40. Ciao!
    Devo piantare una siepe a casa, su un perimetro di circa 30 mt. Sono indeciso (dopo aver letto questo splendido blog) se piantare la photinia o il viburno lucido anch'esso molto resistente come la photinia. Quello che non mi piace della photinia è che mi sembra molto meno fitta del verde liburno, ne ho vicino casa e nessuno ne ha una fitta fitta come la tua foto.La zona di Roma mi pare anche buona come clima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anonimo, le piante sono belle entrambi e diverse tra loro.
      Per diventare fitte necessitano entrambe di tempo, almeno 3 anni, ma lo diventano.
      Molto dipende dalla potatura, dalla concimazione e dall'esposizione.
      Il clima di Roma è meglio di quello che c'è da me quindi non avrai problemi.
      Il viburno ha in più le bacche, ma la photinia ha il colore.
      Tieni conto che il viburno ha uno sviluppo più allargato, mentre la photinia va più verso l'alto, dipende anche di quanta profondità disponi.
      Poi dimmi cosa decidi.
      Buon lavoro e continua a seguirmi!

      Elimina
    2. Ciao , anche io sono indeciso tra il viburno lucido e la photinia. Quest`ultima mi piace molto per il colore.
      La siepe che vorrei sarà alta 1-1,20 mt e larga il meno possibile . Quale puoi consigliarmi?
      Grazie in anticipo e complimenti
      Ciao

      Elimina
    3. Ciao, visto le tue esigenze di altezza e larghezza è meglio il viburno perchè cresce meno e più lentamente, altrimenti dovresti potare troppo.
      Scusami se ho tardato a rispondere.

      Elimina
  41. ciao Ilaria,
    ci siamo sentiti alcuni mesi fà dove mi avevi dato tantissime istruzioni e consigli per piantare la mia siepe di photinia; ora le piante sono alte circa 1,3 metri e ti volevo chiedere come devo procedere per quanto riguarda la concimazione ( quale tipo di concime utilizzare e in quale periodo ) e quando e come procedere alla potatura per cercare di infoltirla il più possibile nella parte bassa.
    grazie
    buona giornata
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco,
      leggiti con attenzione il post: I segreti della concimazione, di aprile 2013, dove troverai tutto ciò che serve.
      Io uso stallatico o cornunghia in novembre.
      Buona giornata e a presto!

      Elimina
  42. ma se uso in questo periodo il concime a lenta cessione per sempre verdi va bene lo stesso,se esagero con il concime potrebbe seccarmi la pianta giusto??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito se sei sempre Francesco...
      Solitamente la lenta cessione si usa in primavera per dare nutrimento durante tutta la stagione vegetativa, però decidi tu.
      Aspetterei comunque almeno fine mese, ora fa molto caldo e siamo ancora in estate.
      Se leggi il post sulla concimazione ti chiarisci meglio le idee.

      Elimina
  43. ciao Ilaria,
    sono andato a leggere l'interessantissimo post sulla concimazione dove ho scoperto un sacco di cose nuove (non si smette mai di imparare);
    Ti chiedo però un paio di cose: per quanto riguarda la photinia hai detto che utilizzi stallatico o cornunghia nel mese di novembre ma è l'unica concimazione che fai nell'arco dell'anno? per accentuare il rosso delle foglie c'è qualche prodotto/fertilizzante da utilizzare? un'altra cosa riguardo la potatura; come farla e quando per cercare di infoltirla il più possibile nella parte bassa visto che ho ancora delle piante giovani.
    Scusa se ti stresso ma vorrei cercare di non commettere errori e riuscire a far crescere una siepe sana e bella.
    Grazie ancora
    buona serata
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni anni ho messo la cornunghia a novembre e lo stallatico in marzo-aprile, altri solo concimazione autunnale ma la pianta è cresciuta bene lo stesso.
      La colorazione rossa dipende dalla quantità di sole e dall'escursione termica, non credo si possa aumentare con la concimazione, almeno per quanto ne so io....
      Vedrai che otterrai ottimi risultati entro l'estate prossima qualunque concime sceglierai di mettere; è un tipo di siepe che cresce in fretta!
      Se la vuoi potare per rinfoltirla fallo sempre in autunno meglio se entro novembre così si rimargina bene prima delle gelate.
      Ciao, buon giardinaggio.

      Elimina
    2. Ciao Ilaria,
      sono Francesco da Sassuolo e in questo ultimo anno ci siamo sentiti per dei consigli sulla siepe di photinia;
      anche oggi sono qui per chiedereti un chiarimento sulla concimazione in quanto ho comprato della cornunghia ma ora ho il dubbio sulla quantità da mettere per ogni pianta e su come metterla in quanto alla base della siepe ho fatto una pacciamatura con del lapillo vulcanico quindi volevo sapere se posso concimare sopra il lapillo o se devo spostarlo per trovare la terra alla base della pianta.
      sempre tante grazie
      buona giornata
      Francesco

      Elimina
    3. Ciao Francesco, bentornato!
      Io metto un paio di manciate abbondanti di cornunghia per ogni arbusto.
      Se ne metti di più comunque non faresti danni, al limite ci vorrà solo di più a sciogliersi; tieni conto che ci metterà un bel po' di mesi a scomparire nel terreno con le precipitazioni.
      Se c'è della pacciamatura o delle foglie secche alla base delle piante (come succede anche per i miei arbusti) basta smuoverli con un rastrello in modo che si avvicini meglio al terreno, vicino alle radici.
      Nulla di complicato.
      Buon lavoro e a presto!

      Elimina
  44. Ciao e complimenti per il post.
    Vorrei piantare questa siepe, visto che il periodo ora dovrebbe essere l'ideale.
    Vorrei sape a che distanza vanno messe le piantine (il vivaio mi ha detto 40/50 cm) e la distanza da un muretto di confine alto 40 cm che delimita il giardino.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fab, scusa per il ritardo ma in questo periodo ho poco tempo per il blog.
      Io aspetterei che la temperatura si abbassi intorno ai 20 gradi per metterle a dimora, comunque vedi tu.
      Le mie le ho piantate a 80 cm. di distanza, ma dipende da quanto velocemente vuoi creare una barriera, più le avvicini, prima coprirai, con lo svantaggio però, una volta che la pianta sarà adulta, di doverle potare più spesso.
      La decisione spetta a te.
      Tiene conto che anche lo spessore (o larghezza) lo puoi scegliere tu, perchè è regolabile con la potatura, ma se vuoi sfruttare al meglio la sua vegetazione e non hai problemi di spazio al di qua del muretto, tienila almeno ad una distanza di 60-70 cm.
      Buon lavoro e a presto!

      Elimina
  45. ciao..complimentoni x il blog... domanda veloce veloce: dovrei mettere a dimora una decina di piantine di red robin alte circa 70/80 CM... abito a 1300 metri in montagna, spesso neve ma, quasi mai sotto i sette otto gradi..zona prealpi. Dici che e' fattibile? grazie e ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti e benvenuto nel blog!
      Premettendo che la mia esperienza della Photinia si limita alla coltivazione a 44 metri sul livello del mare, credo proprio vada bene per il tuo clima, visto che mi dici che difficilmente c'è il clima rigido.
      Ti consiglio però, quando sarà cresciuta un pò, di potarla ogni novembre prima delle grosse nevicate per evitare che i rami più teneri si spezzino sotto il peso della neve.
      Ciao e a presto.

      Elimina
  46. ok e grazie... settembre e' un buon periodo x trapiantare? devo usare qualche radicante particolare o va bene il letame di vacca? grazie e ciao gigi PS per i primi tempi necessitano di tutori?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Settembre va bene, considerando che le temperature si stanno abbassando, ma se non hai ancora acquistato le photinie, ottobre è ancora meglio perchè le piante iniziano ad entrare in riposo e si stressano meno nel trapianto.
      Io uso stallatico pellettato, una bella manciata per buca, ma se hai a disposizione il letame va bene lo stesso, nessun altro radicante.
      Non ho messo tutori perchè la mia siepe è riparata, ma se lo spazio preposto è molto ventoso, nulla vieta di metterli.
      Ciao e buon lavoro.

      Elimina
  47. Ciao Ilaria, Buon Anno
    sono Francesco da Sassuolo e ti scrivo sempre per avere consigli sulla siepe di photinia;
    a Novembre ho concimato con della cornunghia ... tutto ok
    Visto che da quando ho piantato la siepe ( la scorsa primavera ) non ho mai eseguito nessuna operazione di
    potatura ora mi trovo con una crescita in altezza irregolare; ti volavo chiedere quando potrò fare una cimatura in
    modo da riportarle tutte alla stessa altezza.
    grazie
    buona giornata e ancora Buon 2014
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Di solito si evita di potare le siepi in inverno perchè dalle ferite dei tagli, dove passa la linfa, potrebbe entrare il gelo e far morire la pianta.
      Sebbene ora non ci sia molto freddo è comunque consigliabile la potatura nel periodo primaverile, quando le piante sono in piena ripresa vegetativa, quindi se fossi in te pazienterei fino a marzo.
      Anche se è un po' cresciuta non succede nulla, tanto ora la crescita sarà piuttosto ferma ormai.
      Anche la mia è da potare, avendo saltato anch'io la potatura autunnale, ma mi piace anche un po' selvaggia!
      Continua a seguirmi, a presto.

      Elimina
  48. Ciao Ilaria, complimenti per il blog, vedo che l'attivita e' un po rallentata, ma spero sia ancora in funzione....ma tu sei anche informata sui prezzi della Photinia? Sono uno straje' che sta per piantare una siepe in giardino ed il giardiniere mi ha chiesto 10 euro per piantina di 100-120cm....il prezzo ti sembra congruo?
    Grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao strajè!
      Sei per forza della mia zona se parli così! Ci conosciamo?
      Le mie piantine le ho piantate più di 10 anni fa quindi non ricordo quanto le ho pagate, ma 10 euro a photinia mi sembra un buon prezzo.
      Vai tranquillo e buon lavoro.
      Sono in un periodo un po' più incasinato della mia vita quindi ho voluto rallentare almeno una delle mie attività, ma conto di tornare presto.
      Grazie di essere passato!

      Elimina
  49. Grazie a te per la rapida risposta!
    In effetti si, sono di Parma, anche se per lavoro mi sono trasferito in zona lago di Garda.
    E no, non ci conosciamo....
    Grazie di nuovo e a presto.

    RispondiElimina
  50. Interessantissimo blog ,molto dettagliato ...mi ha convinto a provare a fare talee ,però come ho letto il periodo migliore è l'estate...in primavera si può provare qualcosa ?io sono di Reggio. Ciao e grazie! !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni!
      Grazie dei complimenti.
      In primavera si possono fare tantissime talee.
      Per tutte le necessarie informazioni leggi il mio post dedicato alle talee:
      http://ilmondoinungiardino.blogspot.it/2012/09/la-tecnica-della-talea.html
      A presto e continua a seguirmi!

      Elimina
  51. Ciao, mi chiamo Luca e abito a Pontida (BG)
    Ho piantato sabato 40 piante di Photinia alte già 1.50m e distanziate 60cm circa.

    3 domande:
    - le ho già bagnate sabato. Ogni quanto devo tenerle bagnate in questa prima fase?
    - sotto ogni pianta ho messo una buona dose di terriccio. Devo concimare quando? Concimo già quest'anno o basta il terriccio per quest'anno?
    - Quando potare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami, quando hai un attimo mi rispondi? Adesso le piante le ho cimate per infoltirle in basso.. Però non mi sembrano rigogliose.. Anzi le foglie vecchie sembrano scure e si tagliano da sole. Le nuove non sono belle in forma ma restano un po mezze accartocciate e poi tendono anch'esse a tagliarsi...

      Elimina
  52. Buon giorno! Volevo sapere se le radici sono profonde e se si possono mettere sopra a un terreno sorretto da quei blocchi di cemento perche mi hanno sconsigliato per esempio il glicine.Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il glicine ha le radici più pericolose di tutti perchè rompono tutto ciò che trovano lungo il loro percorso.
      La photinia non è così vigorosa ma è pur sempre un arbusto di grandi dimensioni quindi tieni conto che va fatto un impianto piuttosto profondo, di almento 40 cm.
      Non ho capito cosa intendi con il terreno sorretto da blocchi di cemento comunque lo spazio ci deve essere.
      Spero di essermi spiegata.
      Ciao Anna, a presto!

      Elimina
  53. Ciao a tutti! Mi piace molto la fotinia da un punto di vista estetico, ma mi chiedevo se le sue bacche sono gradite agli uccelli: cerco di rendere il mio giardino un birdgarden e se i miei amici pennuti apprezzassero la bacche di questa splendida pianta, la sceglierei senz'altro per una zona del giardino. Sapete dirmi qualcosa in proposito?

    RispondiElimina
  54. Ciao, complimenti per il blog, mi chiamo giuseppe vivo a circa 10 km dal mare 20 mt slm, nelle marche ho un giardino con 30 siepi di photinia esposte a nord, ma alcune diloro circa 1, 90 altezza sono vuote sotto e dopo averle potate, molte foglie sono come secche in alcuni punti e macchiate di marrone, (scusami la poca precisione), mi daresti cortesemene dei consigli per prima curarle e poi per rinfortirle sotto, quando e quanto in cm devo potarle per non danneggiarle? Grazie
    PS Ho notato chenquesta primavera non ha fioritontanto e' normale?
    90

    RispondiElimina
  55. ciao e complimenti per tutte queste preziose informazioni.Spero che tu possa dare un valido consiglio anche a me. Mi piacerebbe posizionare, sulla veranda, la photinia in tre vasi da 75 cm. Abitando in un primo piano vorrei creare un po' di privacy con una "siepe" che raggiunga 1 metro circa di altezza.E' possibile realizzare questo mio desiderio?Grazie e ancora complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie dei complimenti!
      E' possibile eccome! La photinia si presta ad essere coltivata in vaso e potrebbe con il tempo diventare di un'altezza anche superiore al metro; in quel caso basterà potarla all'altezza che desideri.
      Tieni conto però che meno sole prende meno diventerà rossa in primavera e in autunno.
      Ricordati di fare una buona concimazione al momento della messa a dimora.
      Spero di essere stata utile, buon lavoro!.

      Elimina
  56. Ciao ho una siepe do circa 30 metri di photinia piantata a settembre scorso. A inizio primavera ho fatto una potatura e concimato con un concime a lenta cessione. Dopo la potatura le foglie erano belle rosse adesso con il tempo stanno diventando verdi, conviene fare un'altra potatura? Quali sono i periodi migliori per potare? E per concimare? Che tipo di concime? Grazie in anticipo e scusa per le troppe domande.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.
      Tutto ciò che mi hai chiesto è già scritto nel post o nei vari commenti comunque ti chiarisco le idee.
      Le caratteristiche foglie rosse si presentano solo in primavera e in autunno! Potala pure quando vuoi ma il caldo frena la formazione di nuove foglie, quindi è inutile.
      Proprio perchè questa siepe è bella quando è rossa, il momento migliore per potare è l'estate e la fine dell'inverno. Io uso concime organico, esattamente stallatico in primavera e autunno, cioè quando le piogge aiutano l'assorbimento.
      Spero di essere stata chiara.

      Elimina

Sarò felice di leggere e replicare quando possibile tutti i vostri commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...